Il latte d’asina in procinto di diventare un presidio ufficiale dello Stato


Il latte d’asina in procinto di diventare un presidio ufficiale che lo Stato italiano mette a disposizione dei bambini prematuri.

Link all’articolo

Disegno di legge su latte d’asina sostituto del latte materno

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Sempre più in alto. La Fiera Agricola del Santerno di Imola, giunta alla sua IX Edizione, conferma la nostra ascesa.

(Per i dati delle categorie e di ogni soggetto esposto: cliccare –> Catalogo dei soggetti esposti). 

Man mano che passano gli anni, scanditi da un progressivo processo di crescita qualitativa e quantitativa dei soggetti allevati, e dell’intero movimento degli appassionati, sempre di più vengono in mente le nostre origini. La mente corre agli inizi, e a quanto scrivemmo a corredo della Prima Edizione della Mostra di Maggio-Giugno 2011 (che si tenne a Casola Valsenio, non a Imola). Era la prima volta che l’Asino Romagnolo partecipava ad una vera e propria mostra a lui dedicata. Sentite il modo in cui aprivamo quell’articolo (… lo riprendiamo in corsivo-grassetto):

“Tanti allevatori di questa razza antica sono venuti domenica 8 Maggio 2011, a Valsenio,  per raccontare a che punto sono nel rilancio, in tutta la regione, del futuro del Romagnolo dalle lunghe orecchie, e per dire che l’estinzione, se non scongiurata una volta per tutte, almeno non è più dietro l’angolo. Sono partiti all’alba, prestissimo, dai crinali dei nostri appennini (da Alfero, da Bagno di Romagna, da Brisighella , da Casola, da Verrucchio, da Palesio, i luoghi antichi della tradizione autoctona, dalle Province di Rimini, Forlì-Cesena, Ravenna, Bologna) silenziosamente e in modo schivo, come si deve fare per rispetto al carattere umile ma caparbio dei loro animali, per rispondere all’invito che l’APA di Ravenna aveva rivolto loro, organizzando in modo molto professionale il primo evento nazionale di confronto morfologico, da quando cioè la razza è stata  nuovamente riconosciuta.” Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

La grande Assemblea di As.I.R.A.R.A. alla Azienda vitivinicola La Casetta di Castel Bolognese, Domenica 14 Aprile 2019

Come da tradizione, si è svolta alla Azienda Agricola La Casetta di Castel Bolognese, la tradizionale Assemblea Sociale As.I.R.A.R.A.
Davvero molto significativa la partecipazione dei soci, chiamati anche a rinnovare gli organismi dirigenti (Consiglio e Collegio dei Probiviri), oltre che degli aderenti sostenitori.

Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Si ode a destra uno squillo di tromba. A sinistra risponde uno squillo! Dopo la Romagna, parto gemellare anche in Valtellina.

Avevamo appena usato l’aggettivo “eccezionale” per qualificare il sostantivo “evento”, riguardo alla nascita di due gemelli in Romagna, da Tonetti, quando dalla Valtellina è arrivata la foto di un nuovo parto gemellare.
Si tratta di un maschietto e di una femminuccia, anche in questo caso.
Complimenti a Roberta e Vito Besseghini.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Evento eccezionale. Parto gemellare presso l’allevamento di Alessandro Tonetti a Mercato Saraceno.

Sono eterozigoti (cioè originati da due diversi spermatozoi che hanno fecondato contemporaneamente due ovuli) i gemellini nati a inizio Febbraio 2018, presso l’allevamento di Alessandro Tonetti, a Mercato Saraceno. Due placente li hanno nutriti, due sacchi amniotici li hanno ospitati. Sono di fatto due fratelli.
A loro vanno gli auguri di ben arrivato da parte di tutta l’Associazione. E di buona salute.

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Verona 2017 – 119° Edizione di Fieracavalli. E’ arrivato, per l’Asino Romagnolo, l’anno della definitiva affermazione.

Edit

Il gruppo degli Asini Romagnoli davanti alla tribuna del Padiglione n. 10 ITALIALLEVA di AIA

 

In ogni aspetto della vita sociale (si tratti di un movimento di opinione, della evoluzione del costume, dell’arte, della poesia, della moda, o dell’avanzamento della scienza) vi sono momenti nei quali si ha la percezione di aver tagliato un traguardo, di aver raggiunto una meta, di aver attinto a un  risultato certo.
Di un punto, cioè, oltre il quale, nulla è più come prima.
Fieracavalli di Verona 2017 ha segnato una svolta anche per l’allevamento dell’Asino Romagnolo.
In conclusione: quel momento di definitiva consacrazione è arrivato.
Non siamo noi a dirlo: sono gli altri che ce lo hanno riconosciuto. Continue reading

Posted in Senza categoria | Leave a comment

A Casola Valsenio la 27^ Festa dei Frutti dimenticati e del marrone. E dell’Asino ritrovato.

Gian Luca, il più giovane dei Furma, fa gli onori di casa ...

... è chiaro ... le asine sono le sue

... tutti le vogliono accarezzare: le nonne ...

... i babbi ...

... i ragazzi ...

... e pure i poppanti !

Posted in Senza categoria | Leave a comment

MILANO, 29-30 Settembre, 1 Ottobre. Alla tre giorni della manifestazione #stocoicontadini di Coldiretti, As.I.R.A.R.A. C’E'!

ULTIMA ORA!
Dal sito Coldiretti
“In 700mila al villaggio coldiretti stocoicontadini” Vai all’articolo…

°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°°
da IL CORRIERE DELLA SERA

Mais nero e le stalle governate dal pc, ecco la carica dei contadini del futuro

 

La fattoria degli animali salvati dall’estizione (gestita dalla Associazione Italiana Allevatori) è presa d’assalto in modo costante, da una folla di adulti, di nonni, di piccoli e di piccolissimi.
Si tratta di un successo che va oltre ogni più rosea aspettativa.
La mamma SERENA (anni dieci) e la figlia GINEVRA (mesi due) fanno bella mostra di se nel box loro dedicato, quello dell’Asino Romagnolo di Razza. Ricevono molti consensi … e molte prenotazioni di giretti a sella, cosa per la quale l’asina Serena, che è perfettamente domata, è stata prescelta.
Naturalmente ogni tanto, nelle pause, la piccola Ginevra si rifocilla (vedi video seguente)

Presentazione Coldiretti

I pannelli illustrativi per ogni Razza, curati dall’AIA – Associazione Italiana Allevatori – ed in particolare dalla Dott.ssa Silvana Gioia, sono molto esplicativi e riportano in modo puntuale le informazioni chiave.
Com’è noto, AIA gestisce il Registro Anagrafico della nostra Razza.
Dalla lettura del pannello relativo all’Asino Romagnolo ricaviamo due aggiornamenti e una conferma:
1) i soggetti iscritti, ad oggi, sono già 770; 2) gli allevamenti della Razza, in Italia, sono 172.
La conferma è che le Regioni italiane in cui l’insediamento di nuovi allevamenti è significativo sono la Lombardia e il Veneto (oltre ovviamente l’Emilia-Romagna).
Per queste due regioni, esiste una Sede regionale affiliata di As.I.R.A.R.A.

SERENA (oltre che per l’addestramento alla sella) è stata inoltre prescelta anche per
le innate “virtù diplomatiche”. Potete osservare (ah ah ah) come sa mettersi  in posa
in veste di rappresentante istituzionale.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Dottoressa Silvana Gioia della Associazione Italiana Allevatori, Caposervizio Eventi Fieristici e Marketing, governa l’evento con la solita determinata competenza.

Ma tra le tante Razze rare, salvate dall’estinzione, mica ci sono solo gli asini  Romagnoli.
Guardate che corna sorprendenti hanno le capre Girgentane !!!
E chi le aveva mai viste !!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualcuno, senz’altro, avrà da obiettare: “… ma dico: si può? Hanno fatto centinaia di chilometri per vedere le orecchie di un asino (di un asino! … avete capito?) o le corna a cavaturacciolo di una capra … Secondo me sono dei pazzi! … delle persone fuori dal tempo”.
Ma noi – persino un po’ scandalizzati – pensiamo non solo “che si possa”, ma persino “che si debba”, osservare le orecchie dell’asino o le corna di una capra!
Che cioè: non quella di venire a Milano al vernissage dell’ultimo modello di cellulare messo in commercio (che rimarrà d’attualità per tre mesi), sia una operazione culturale di senso; bensì quella di ripercorrere il corso materiale della storia, guardando persino una vacca, se la vacca é, ad esempio, quella Varzese (come in questo caso), che fù introdotta in Italia nel VI secolo D.C. dai Longobardi, e che oggi è a grave rischio di estinzione.
Quella vacca dal mantello fromentino, rustica e longeva, con le corna corte, che trainò i carri di quel popolo fin nella pianura Padana, popolo il quale diede poi  di se il nome a una vasta regione (la Longobardia).
Una vacca che largamente sostituì, per tutto il Medioevo, le razze a mantello bianco degli antichi Romani e prima di loro dei Greci, le bianche giovenche con le corna a lira, celebrate da Omero e presenti nei bassorilievi dei templi.
Del resto, cos’è la cultura se non riflettere sul mondo, e dunque anche sul creato e sulla sua evoluzione nel corso del tempo?

Persino la Cinta Senese, nella foto, sembra avere recuperato una propria dignità di essere vivente, benchè sia … un maiale. E rivendica, con un certo ritrovato orgoglio, una qualche magnifica leggiadria, quantunque opulenta …
A guardarla con attenzione sembra pure (guardate l’espressione) che “se la tiri” …
Purchè (naturalmente) non esageri … ah ah ah.

E i Conigli Ariete non esprimono anch’essi un fascino del tutto particolare?
Con le orecchie perennemente pendenti e quel “sopralzo” trasversale sulla nuca, che ne suggerisce la similitudine all’ariete, appunto, il maschio della capra …
(NdR: attenzione a non confondersi: il maschio della pecora è … il montone!).

Ma l’asino non vive solo del suo romantico passato, di animale che ha aiutato per secoli gli uomini (… i più poveri tra gli uomini!) a sopravvivere, sopportando insieme a loro le più dure fatiche, a fronte di una ricompensa ben modesta di cibo e di ricovero.
L’asino è capace di ritagliarsi un ruolo importante anche nell’epoca moderna, mettendo a frutto la sua attitudine di facilitatore di scambi emozianali per i bambini normodotati e persino di terapeuta per quelli diversamente abili.
Lo ha sancito ufficialmente lo stesso Ministero della Salute italiano, il quale ha formalizzato, nel Marzo del 2015, le Linee degli Interventi Assistiti con Animali, all’interno delle quali l’Asino (insieme al Cavallo, al Cane, al Gatto e al Coniglio) è stato individuato come un essere vivente capace di promuovere riabilitazione verso particolari malattie e di indurre salute.
La tre giorni di Milano è stato anche questo.
Ed è stata una emozione enorme poter condividere queste esperienze, in diretta, con tanti bimbi e le loro famiglie, in un ambiente giocoso e rilassato.
Lasciamo che a parlare siano le foto e i filmati che abbiamo realizato.
Esse sono la dimostrazione più eloquente di come si possa sfruttare beneficamente la mansuetudine e l’empatia di un animale spiccatamente versato alla relazione verso l’uomo.
Tuttavia consentiteci di sottolineare la disponibilità e la grande professionalità delle Psicoterapeute, formate alla onoterapia, Dott.sse Luisa Azzini e Paola Vittorielli di Brescia e Dott.ssa Cristina Malucelli di Ravenna, che hanno eseguito le dimostrazioni sul campo.
Ad esse As.I.R.A.R.A è grata.


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dopo la presa di contatto con gli asini piccolini, ed averli spazzolati … l’ideale
sarebbe andare a fare un giretto a sella di Serena, l’asina Romagnola.
L’unico problema è che bisogna mettersi in fila !!!

In due è anche più divertente

 

 

 

Posted in Senza categoria | Leave a comment

Inaugurato il nuovo percorso di Nordic walking e trail in compagnia dei nostri asini (… Romagnoli … of course)

Ore 16.45 – BRISIGHELLA.
Davanti alla stazione dei treni ha luogo il raduno. Matilda e Viola attendono con pazienza gli escursionisti

Giovanissimi camminatori prendono contatto (letteralmente) con Matilda

E noi che temevamo che non venisse nessuno … Matilda pensa: “Ma cos’è questa folla? Forse che non hanno mai visto un asino?”.

 

Tra poco si parte.
“Meno male – pensa Matilda – … con tutti questi che fotografano … mi sono stufata di fare il fenomeno da baraccone!
Un minimo di privacy noooo eh? Ma vergognatevi …
E poi gli asini saremmo noi ! Ma avete almeno chiesto il permesso di fare le foto ? “

“Dicono – è sempre Matilda che pensa – che questo qui a destra con lo zainetto, sia l’organizzatore della camminata.
Pare si chiami Riccardo Galeotti e che sia proprio di Brisighella.
Ma (dico io) non poteva inventarsi un’altra cosa? … che io e Viola stavamo così bene a casa nostra ad Alfonsine.
Invece vuole fare il trekking sommeggiato con gli asini perchè è trendy
Ma poi lo so come va a finire … che la soma l’appoggiano sempre addosso a me”.

Posted in Senza categoria | Tagged | Leave a comment

Il 23 settembre l’asino Romagnolo parteciperà a Brisighella come apripista all’inaugurazione di un nuovo percorso

Posted in Senza categoria | Leave a comment